POINT FIGHTING – KICK BOXING

La Kick Boxing nacque in Giappone quando I giapponesi iniziarono a organizzare gare di karate a contatto pieno (karate full contact).

[siteorigin_widget class=”kad_image_widget”][/siteorigin_widget]

Questo genere di combattimenti acquisì interesse sempre maggiore finché negli anni ’70.

TURNI E ORARI DI ALLENAMENTO

Martedì e Giovedì

21,00 – 22,00

l NOSTRI ABBONAMENTI

Scopri le nostre proposte fatte su misura per te e comincia subito ad allenarti.

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widget_PriceTable_Widget”][/siteorigin_widget]

In quegli anni, infatti, alcuni maestri di arti marziali provarono a sperimentare una nuova formula unendo le tecniche di pugno del pugilato alle tecniche di calcio del karate e nacque così il Full Contact Karate.

A cavallo tra gli anni ottanta e gli anni novanta con il termine kickboxing spopolò negli Stati Uniti una forma di full contact karate dove gli atleti vestivano dei lunghi e larghi pantaloni e delle apposite scarpe, ed inizialmente era vietato colpire con calci portati sotto la cintura; tra i più importanti enti ed organizzazioni vi erano WKA ed ISKA.

Successivamente, sempre in Giappone, nel 1993, venne organizzato un torneo chiamato K-1, in cui “K” sta per Karate, Kempo e Kickboxing. In questo torneo le regole sono quelle della kickboxing, ma sono valide anche le ginocchiate senza presa e i pugni saltati e girati. Lo scopo era mettere sullo stesso quadrato (ring) atleti di diverse arti marziali e sport da combattimento con un regolamento sportivo che permetteva loro di confrontarsi.

[siteorigin_widget class=”Caldera_Forms_Widget”][/siteorigin_widget]